“Io ti amo”, lo aveva detto così senza neanche abbassare il volume della radio, con la naturalezza delle cose ineluttabili, Persone normali di Sally Rooney ci fa soffrire, arrabbiare, viaggiare sulle emozioni. Un libro che ti coinvolge, un po’ come certe canzoni, che ti sembra parlino di te fino a diventare tue. Una sfumatura, quel meccanismo di resa all’altro per sentirsi liberi e accettati, il porto sicuro, l’unico porto sicuro che è un mare in tempesta agli occhi del mondo.
Ti amo. Non lo dico per dire, ti amo davvero. A lei tornano a riempirsi gli occhi di lacrime e li chiude. Questo momento le sembrerà di un’intensità insopportabile anche nei ricordi, ma ne è già consapevole fin d’ora, mentre sta accadendo

Persone normali è il secondo romanzo della scrittrice irlandese entrata nelle nostre vite l’anno scorso, con l’esordio Parlarne tra amici. C’è un filo che lega i personaggi, generazionale, sono millenial alle prese con se stessi, una società a volte orribile e amori fragili, nevrotici, in cui si vola come gazze impazzite solo per farsi riamare da chi ci ama, per poi allontanarlo nel momento in cui c’è.
Siamo In Irlanda, Marianne e Connel si incontrano alle scuole superiori. La Rooney accende un riflettore anche in questo libro sulle dinamiche sociali, la disparità di classe. Marianne è figlia di una famiglia benestante, la madre di Connel fa le pulizie per loro. Marianne è però scansata a scuola, bullizzata, additata. I vestiti, il modo di fare, la bilancia crudele dell’essere accettati non pende mai dalla sua parte. Sentiamo l’emarginazione, e percepiamo il distacco di Marianne dal contesto attraverso il suo rapporto con Connel. E’ l’unico ragazzo con cui parla, nasce una storia che resta però clandestina. Il ragazzo teme il giudizio della comunità, degli altri studenti.
Su questo si innesca una narrazione che va avanti nel tempo, saltando a volte di mesi, altre di giorni, Marianne e Connel vanno al Trinity e i ruoli sembrano capovolgersi. Gli angoli bui di Marianne, il rapporto con gli uomini, con il potere maschile, subendo in casa la violenza del fratello, la depressione di Connel, un amore che stride, annaspa, ma resiste inciampando nella loro vita che sembra non volersi adattare alle Persone normali. Rooney racconta un legame intenso, di amicizia e di amore, di disperazione e consapevolezza, il rapporto di giovani che reagiscono alla politica, affondano nelle paure, e poi risalgono con boccate improvvise di ossigeno.
SE VUOI ACQUISTARE IL LIBRO
 

(Visited 1 times, 1 visits today)

Leave A Comment